Alleanza Cooperative Italiane
 

servizioCIVILE

Confcooperative ha affidato, sin dal 1989, la gestione del Servizio Civile - prima come Obiezione di Coscienza e dal 2001 su base volontaria - a Federsolidarietà, Federazione di rappresentanza politico-sindacale delle cooperative sociali ed imprese sociali.

Confcooperative è un ente di prima classe, opera su tutto il territorio nazionale attraverso 2376 sedi e 453 figure accreditate (formatori, selettori, esperti del monitoraggio), ed ha costituito una rete di 571 persone dedicate alla gestione dei progetti di servizio civile (operatori locali di progetto, responsabili locali di enti accreditato, formatori specifici).

Dal 1994 al 2004 Federsolidarietà, attraverso le cooperative sociali, ha accolto col Servizio Civile 15.847 obiettori di coscienza.

Dal 2001 all’ottobre 2013 (l’ultimo bando volontari è stato pubblicato il 4 ottobre 2013) sono stati 11.843 i giovani che hanno scelto di svolgere la propria esperienza di Servizio Civile Nazionale nella cooperazione sociale di Confcooperative Federsolidarietà.

I volontari, attraverso i progetti di Confcooperative - Federsolidarietà, sono al servizio della comunità locale. Questo comporta il nostro impegno ad elaborare progetti a rete capaci di leggere i bisogni del territorio e degli utenti e a promuovere il Servizio Civile Nazionale nella comunità nella quale la cooperativa sociale opera.

Puntiamo ad offrire ai giovani un’esperienza formativa valida umanamente e qualificante professionalmente, attraverso progetti pensati, elaborati ed attuati per garantire un’esperienza di maturazione e di crescita personale, oltre che per acquisire contenuti spendibili nelle future esperienze dei giovani.

Crediamo che il Servizio Civile debba essere un anno nel quale i giovani possano partecipare attivamente nella società, esprimere solidarietà verso altre persone, accrescere la loro dimensione umana e professionale, utilizzare al meglio le relazioni di rete che mettiamo a disposizione.

E la cooperazione sociale, con tutta probabilità, è uno dei settori in cui si declina al meglio la relazione tra Servizio Civile e occupazione grazie alla possibilità che questa esperienza possa aiutare i giovani ad avere un primo e proficuo ingresso nelle reti relazionali mature, che sono poi quelle che consentono di individuare anche ulteriori opportunità.

Il Servizio Civile Nazionale nella cooperazione sociale vuole essere, infine, un ulteriore strumento di realizzazione dell'art. 1 della legge 381/91 costitutiva delle cooperative sociali: "perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini".